WEC: GTE PRO: FERRARI ANCORA CON PIER GUIDI E CALADO.

Ferrari AF Corse difenderà il titolo mondiale GTE Pro e la 24h di Le Mans ancora una volta con Alessandro Pier Guidi e James Calado.

La coppia italo/britannica sarà ancora al via con la 488 GTE numero 51, ultima stagione prima di passare al volante della Ferrari Hypercar che testeranno già a partire da Marzo in vista del possibile debutto alla 24h di Daytona 2023 a fine Gennaio.

SCORRI LA PAGINA VERSO IL BASSO PER ACCEDERE GLI ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI!

WEC: EXCELLIUM RACING 100, CARBURANTE 100% DA FONTI RINNOVABILI.

Per il 2022 il WEC adotterà l’innovativo carburante prodotto da Total chiamato “Excellium Racing 100”.

L’ER 100 viene sintetizzato da fonti rinnovabili al 100% e permette di ridurre le emissioni del 65% rispetto al carburante racing di derivazione fossile.

L’ER 100 viene “creato” usando di base il bioetanolo da residui di vino che arrivano dall’industria agricola francese e dall’ ETBE (Ethyl Tert Byil Ether) prodotto da Total nello stabilimento di Lyon, sempre in Francia.

SCORRI LA PAGINA VERSO IL BASSO PER LEGGERE GLI ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI oppure clicca QUI per tornare alla Homepage.

WEC (foto): OLTRE 2.000 KM DI TEST PER LA PORSCHE LMDh A BARCELLONA.

Prima vera uscita per il Porsche Test Team con la LMDh. Il team tedesco ha percorso oltre 2.000km al Montmelo di Barcellona in Spagna con Cameron e Nasr lungo tre giorni di test. Con loro anche il test di sviluppo della 911 RSR in vista del WEC GTE Pro 2022.

La vettura, che non ha ancora un nome, non ha manifestato alcun problema anzi i test, secondo quanto dichiarato dai vertici di Porsche Motorsport, hanno superato le aspettative.

Il prototipo tedesco questa volta (al contrario della prima uscita) aveva a bordo anche la parte ibrida e i test si sono concentrati proprio su questo aspetto.

Debutto anche per l’impianto di illuminazione anteriore di forma rettangolare con i 4 elementi interni a ricordare (vagamente) i fanali della elettrica Taycan.

Porsche non ha divulgato ulteriori informazione tecniche. Sappiamo che il motore sarà il V8 4.0 biturbo derivato dalla serie e…Basta!

Porsche è al momento l’unico team che ha scelto di correre con LMDh (in questo caso telaio Multimatic) ad essere sceso in pista in vista del 2023.

Cadillac, Audi, BMW e Acura non l’hanno ancora fatto.

PORSCHE, I DETTAGLI DEL PROGRAMMA HYPERCAR (LMDh).

Porsche è stata la prima casa a far debuttare una Hypercar di classe LMDh, il prototipo tedesco è infatti sceso in pista decisamente camuffato anche se a livello tecnico ci sono ormai ben pochi particolari da nascondere.

La vettura nasce su telaio della canadese Multimatic Racing e ospita un motore V8 4.0 biturbo “prelevato” dalla serie, una scelta decisamente controcorrente rispetto a Toyota e Peugeot, dotate entrambe di V6 biturbo (che però sono di classe LMH).

A livello aerodinamico possiamo notare un vettura piuttosto “classica” e molto simile a una LMP1/LMP2 (di fatto solo Peugeot con la 9X8 ha deciso di percorrere una strada di rottura rispetto al passato).

Notiamo la Sharkfinn (pinna di squalo) interrotta proprio dietro l’abitacolo, per il resto il design è molto molto pulito, come era pulito quella della 919 LMP1.

Le Porsche LMDh correranno sia nel campionato IMSA GTP, sia nel WEC LMH, in entrambi i casi gestite dal team americano Penske Racing.

Non è chiaro se il team di Roger Penske sarà il solo a far correre le LMDh. Infatti il costruttore tedesco ha aperto anche ai “clienti racing” e tra questi non possiamo non citare Manthey Racing che in passato ha fatto correre con enorme successo la 919 in LMP1 e che ancora oggi gestisce le 911 RSR nel WEC, inoltre parte di Manthey Racing appartiene proprio a Porsche quindi l’arrivo di un secondo team non è assolutamente da escludere.

Porsche ha dichiarato ufficialmente che la nuova vettura debutterà alla 24h di Daytona 2023, quindi tra meno di 1 anno, nella classe neonata classe GTP.

FERRARI: HYPERCAR E 296 GT3, A CHE PUNTO SIAMO?

A che punto è il programma Le Mans Hypercar di Ferrari? A che punto è lo sviluppo della nuova 296 GT3 che nel 2023 andrà a sostituire la 488?

Ferrari sul programma Hypercar sta mantenendo la massima segretezza, a livello tecnico nulla è trapelato dalle mura di Maranello.

Al contrario di Porsche che ha già inizia a svezzare la sua Le Mans Hypercar di classe LMDh il cavallino non ha ancora fatto un metro di pista limitandosi a “girare” solamente al simulatore.

La Le Mans Hypercar modenese dovrebbe scendere in pista tra la fine di Febbraio e i primi di giorni di Marzo per poi iniziare un intensivo programma di sviluppo in vista del possibile debutto di Daytona nel 2023 dove, questo lo sappiamo per certo, debutterà anche Porsche.

Il programma Hypercar verrà gestito da AF Corse mentre nulla è trapelato sul nome dei piloti anche se sembrano scontate le presenze di Pier Guidi, Rovera e Calado mentre Ledogar sarebbe stato escluso, e questo spiegherebbe il passaggio a Porsche nel 2022. In lizza anche Nielsen, Serra e Fuoco, tutti piloti provenienti dai programmi GT Ferrari.

Il programma 296 GT3 è invece già strutturato e…Non mancano le sorprese. La nuova GT3 modenese verrà assemblata dalla francese Oreca (con AF Corse che si occuperà solo del programma Hypercar).

Oreca si occuperà anche di gestire le vetture, di fare lo sviluppo e del customer service verso i clienti racing.

Dal punto di vista tecnico la 296 sarà una vera e proprio rivoluzione rispetto alla 488. Via il motore 3.9 V8 biturbo a favore di un “piccolo” e più moderno 2.9 V6 biturbo. Al contrario della versione di serie il motore della 296 non sarà elettrificato, infatti in GT3 è vietata per il momento ogni tipo di elettrificazione anche se presente sulla vettura di serie (anche la Honda NSX, per esempio, corre senza la componente ibrida).

La 296 GT3 debutterà come detto nel 2023 nei campionati riservati alle vetture GT3 e nel 2024 a Le Mans quando il WEC “abolirà” la classe GT a favore di una classe basata sulla GT3 che dovrebbe chiamarsi Le Mans GT, LMGT.

Riguardo alla LMGT non è stato detto ancora nulla di confermato. Lo specifichiamo per dovere di cronaca.

WEC: GT, FORD PUNTA NUOVAMENTE LE MANS.

L’ovale blu dopo il vittorioso programma “GT” punta a tornare a Le Mans, sempre tra le GT, ma questa volta con rinnovata Mustang GT3 nel 2024 anno che vedrà la sparizione della classe GTE a favore di una classe GT3 meno sofisticata e costosa rispetto alla GTE (sulla scia del cambiamento avvenuto nell’IMSA con l’abolizione delle GTLM a favore delle GT3).

La nuova Mustang GT3 sarà finanziata da Ford ma sarà progettata e assemblata da Multimatic Racing, racing factory canadese da anni “braccio armato” di Ford nelle competizioni in pista.

Il motore invece verrà preparato da M-Sport, altro “braccio armato” di Ford, ma questa volta nel WRC. M-Sport che, lo ricordiamo per chi non lo sapesse, ha “creato” e gestisce nel mondiale WRC la Puma Rally1 vittoriosa con Loeb al Monte Carlo.

Quale team gestirà le Mustang GT3 nel WEC e quindi a Le Mans? Le GT erano gestite dal Chip Ganassi Racing mentre per il futuro si parla di M-Sport.

Infatti M-Sport debutterà nel WEC nei prossimi mesi, si dice per preparare al meglio il debutto con le Mustang nel 2024.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: