F1: BAHRAIN: POLE PER LECLERC! 3° SAINZ. TEMPI E DICHIARAZIONI!

Alla fine è arrivata! Era nell’aria sin da ieri venerdi, anzi dagli ultimi test del Bahrain dove la Ferrari era apparsa bilanciata e competitiva sia sul passo che sul giro secco.

La prima pole della stagione va a Leclerc che precede la Red Bull di Verstappen e un sempre solido e velocissimo Carlos Sainz.

Lo spagnolo ha sfiorato la prima fila e la doppietta Ferrari mancandola per soli 6 millesimi!

Le Mercedes non sono mai sembrate in lotta neppure per la seconda fila e infatti così è stato. Russell (9°) nel Q3 ha forzato e ha sbagliato la prima frenata mentre Lewis (5°), di talento, ha messo una pezza a una vettura che appare evidente dagli on board, non è bilanciata, è molto fallosa e da poco feeling ai piloti e quando manca il feeling in questa F1 che si combatte sui millesimi sei condannato.

La Ferrari non otteneva la prima pole stagionale dal 2007 con Raikkonen (Australia). Kimi alla fine di quella stagione sarà campione del mondo, ultimo titolo per il momento in F1 per la Ferrari.

Leclerc: ”sono molto contento ovviamente per la pole. Dato che conosciamo ancora poco la macchina sicuramente c’è del margine di miglioramento, ma questo vale per tutti. Sapevamo di poter lottare per le prime posizioni. Stiamo raccogliendo i risultati di due anni di lavoro su questa vettura anche se la gara domani e conta quella. Sul passo Verstappen è più veloce di noi, 3-4 decimi.”

Verstappen: ”ovviamente non sono contento. Ci sono state cose nella macchina che hanno funzionato, altre che hanno funzionato di meno. Sicuramente c’è qualcosa da migliorare sul bilanciamento vettura tra avantreno e retrotreno”.

Sainz: ”ho fatto qualche piccolo errore forzando durante il giro e questo ha compromesso il tempo finale. Rispetto a tutto il resto del week end in qualifica ho ritrovamento me stesso. Per tutti i turni di prove libere ho faticato nel trovare ritmo, per fortuna ora sento meglio la macchina e sono più a mio agio”.

Da segnalare la prestazione di Bottas che si mette dietro Russell (pilota che lo ha sostituito in Mercedes) e si piazza appena dietro Hamilton mostrando un Alfa Romeo incredibilmente veloce in Bahrain.

Appena dietro Bottas troviamo la Haas di Magnussen appena rientrato in F1 per sostituire Mazepin. Anche la Haas rispetto al passato anno mostra una crescita esponenziale.

Nelle prime 7 posizioni troviamo ben 4 motori Ferrari e 1 Mercedes. Un segnale di un inversione di tendenza evidente e netta rispetto alla passata stagione, anzi alle ultime stagioni.

F1: BAHRAIN, FP3: TEMPI: ANCORA FERRARI E RED BULL. MERCEDES RISALE. BENE ALFA.

Si è da poco concluso il terzo e ultimo turno prima delle qualifiche che scatteranno alle ore 16 (diretta su SKY e via streaming su NOW).

Il terzo turno, caratterizzato da una pista giro dopo giro sempre più veloce e da condizioni meteo ”calde” ci ha sostanzialmente mostrato gli stessi valori del venerdi con Ferrari e Red Bull al comando rispettivamente con Leclerc e Verstappen che sembrano anche i favoriti per la pole.

Rispetto a ieri risale Perez e risalgono le Mercedes ma i tempi di Russell (a 4 decimi) e Hamilton (a poco meno di 6 decimi) seppur migliorati rispetto alla FP2 traggono un pochino in inganno. Sono frutto di singoli giri perfetti e non ripetuti mentre Max e Charles hanno realizzato i loro best lap compiendo giri caratterizzati da un paio di errori. La sensazione, come ieri, è che sia Verstappen che Leclerc abbiano ancora del margine mentre Mercedes stia girando già vicino ai suoi limiti e comunque a livello cronometrico i distacchi sono ancora importanti per il team tedesco.

Ancora bene, benissimo Alfa Romeo e Magnussen. Il pilota Haas, al rientro in F1 in sostituzione di Mazepin, è 7° a 9 decimi.

Bottas è 8° mentre il debuttante (e tanto criticato) Zhou è 9° molto vicino a Bottas a dimostrazione della bontà del progetto Sauber.

5 delle prime 9 posizioni sono occupate da motori Ferrari. Non un caso. Anzi il segnale che a Maranello hanno lavorato bene. Il cronometro non mente mai.

Da segnalare un testacoda senza conseguenze per Leclerc che non ha perso ne fiducia, ne concentrazione.

F1: BAHRAIN, FP2 | TEMPI: FERRARI C’E! RED BULL ANCHE. MERCEDES NO.

La FP2 del GP del Bahrain ha ricalcato, senza grossi cambiamenti, i valori e i risultati della FP1 mostrando ancora una volta una Ferrari veloce, facile da guidare e ben bilanciata con Leclerc e Sainz decisamente veloci e costanti sia sul passo (Leclerc in realtà più di Carlos che è stato vittima di qualche sbavatura) che sul giro secco, sempre arrivato con estrema facilità.

La Red Bull come la vettura di Maranello è veloce e ben bilanciata con Verstappen autore del miglior tempo finale e di una simulazione del passo gara veloce quanto costante e di poco migliore rispetto a quella di Leclerc. Max ha sudato tanto per ottenere il numero 1, lotterà ancora di più per tenerlo e dove non arriva la vettura ci arriverà lui.

Tornando a Leclerc.

Il monegasco a tratti sembra addirittura essersi nascosto dagli ”occhi” osservatori del muretto Red Bull. I camera on board di Charles lo hanno mostrato preciso nella guida, quasi…Rilassato. La sensazione è che ci sia ancora parecchio margine prima del limite.

Chi non ha margine sembra essere la Mercedes. La W13, esattamente come nei test, si muove tanto, è parecchio ”fallosa” e costringe i piloti a frequenti correzioni di linea e il cronometro ne risente.

Lewis non ha abbastanza feeling per spingere e ogni volta che ci prova manca il punto di frenata o il punto di corda. Non deve illudere il tempo di Russell che è arrivato grazie a un singolo giro ”buono” poi non più ripetuto. A sensazione la Mercedes soffre sul passo gara, forse in qualifica il talento di Hamilton metterà una pezza all W13. Forse. Sul passo nulla potrà con questa vettura.

Chi stupisce in positivo è Bottas con l’Alfa, è lui la vera sorpresa del venerdi. L’ ex pilota Mercedes è stato veloce e costante grazie a una vettura che si muove poco, ben bilanciata e spinta da un motore, quello Ferrari, che appare il nuovo riferimento del campionato in questo momento. Schumacher con la Haas non a a caso è 8° e Magnussen 10°.

12H SEBRING: GTD PRO: FERRARI IN POLE, ORARI IN TV.

Dopo la 24h di Daytona (2° posto) torna in pista il team Ferrari Risi in occasione di un grande classico del motorsport americano, la 12 di Sebring in Florida.

Il team di Giuseppe Risi partirà nella IMSA GTD Pro in pole position con l’equipaggio formato da Serra/Rigon/Cheever III.

La gara scatterà sabato alle 15.10 e sarà visibile in diretta e gratis sul canale IMSA su YouTube.

WEC: UNA NASCAR A LE MANS NEL 2023!

No amici, non è un pesce d’Aprile anticipato! Nel 2023 vedremo davvero una vettura NASCAR a Le Mans.

Il team americano Hendrick Motorsports iscriverà una Camaro ZL1 NASCAR Next Gen appositamente modificata per le gare endurance che potrebbe avere un powertrain ibrido (le specifiche tecniche non sono state divulgate).

L’operazione è stata spinta oltre che da Hendrick, anche da Chevrolet, IMSA, NASCAR e Good Year (che gommerà la vettura).

La presenza della ZL1, iscritta come ”Garage 56”, attirerà un pubblico totalmente inedito, quello delle corse NASCAR verso le corse endurance a tutto vantaggio non solo del WEC ma anche dell’IMSA.

Non a caso il team Hendrick ha dichiarato di voler entrare nell’ IMSA GTP forse già a partire dal 2023 in parallelo con la presenza nella NASCAR.

WEC: 1.000 MIGLIA SEBRING, ORARI TV.

Inizia il mondiale endurance WEC 2022.

Ecco come e dove seguire il primo appuntamento, la 1.000 miglia di Sebring in Florida:

A partire dalle 17 su Eurosport 1 e Eurosport Player

oppure

tramite la app del WEC al prezzo di 6.99 euro per singola gara o 39.99 euro tutto il campionato con commento in inglese o francese.

La gara durerà 271 giri o massimo 8 ore.

BMW SPINGE PER IL PROGRAMMA HYPERCAR. AUDI IN…PAUSA.

Mentre Audi ha messo in ”pausa” il programma LMDh/Hypercar per motivi non meglio specificati BMW, al contrario, spinge per iniziare i test e preparare al meglio la 24h di Daytona 2023.

Sappiamo, la notizia è più che confermata, che BMW correrà nell’IMSA classe GTP Hypercar tralasciando, almeno inizialmente, il mondiale WEC.

Per lo sbarco negli USA nella nuova classe GTP la casa tedesca ha scelto il team RLL che corre nella GTD Pro con la nuova BMW M4 GT3 attualmente, il team RLL ha scelto di ridurre a una sola vettura l’impegno nella GTD Pro per organizzare al meglio i test della BMW LMDh e dirottare così gran parte delle risorse tecniche, umane e economiche proprio verso il nuovo programma che per BMW negli USA ha una funzione strategico/commerciale oltre che sportiva.

Ricordiamo che la BMW LMDh verrà progettata e assemblata da Dallara mentre verrà sviluppata e gestita in gara dal team RLL sotto la supervisione di BMW Motorsport.

Secondo alcune indiscrezioni in arrivo dalla Germania il motore sarà V8 4.0 biturbo.

In foto un disegno che ipotizza la vettura.

GT: FERRARI MOSTRA LE LINEE DELLA 296 GT3.

L’erede della 488 GT3 scenderà in pista a Fiorano a fine Marzo oppure entro i primi di Aprile, intanto cresce l’attesa per la 296 GT3 che qui vediamo mostrata per linee più che per caratteristiche.

A livello tecnico sappiamo che non adotterà alcun sistema ibrido come la versione stradale 296 GTB, questo perchè il regolamento GT3 non prevede alcun tipo di elettrificazione, anche se presente sul modello di serie.

Mentre a livello stilistico sappiamo che ricorderà la Ferrari 250 LM vincitrice a Le Mans negli anni 60.

Ferrari 250 LM Berlinetta 1965 001

La 296 GT3 verrà assemblata in Francia presso lo stabilimento Oreca a Signe e parallelamente al suo sviluppo in pista Ferrari svilupperà la Le Mans Hypercar.

Il debutto della 296 GT3 in gara è previsto per la 24h di Daytona nel Gennaio 2023.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: