31 ottobre 2014

HRC VUOLE ANCORA CASEY STONER PER TESTARE LA RC213V.

stoner motegi 2015Ufficialmente ritiratosi alla fine del 2012 Casey Stoner non è ancora riuscito a lasciare del tutto la MotoGP. Dopo aver concluso pochi giorni fa 2 giorni di test a Motegi per provare la RC213V MY 2015 e le gomme Michelin, poche ore fa Nakamoto è tornato a parlare del 27 nel tentativo di convincere l’australiano a cambiare idea.

Nakamoto: “io non so cosa voglia fare lui, sicuramente vorrei che tornasse a provare la nostra moto, inoltre mi piacerebbe collaborare con Stoner anche in futuro.

Il boss di HRC ha anche spiegato cosa, effettivamente Stoner, ha provato a Motegi il primo giorno (quello dedicato alla RC213V MY 2015 gommata Bridgestone).

“il telaio era lo stesso, abbiamo provato un motore più potente”.

31 ottobre 2014

UFFICIALE: MV AGUSTA E MERCEDES-AMG INSIEME!

mv mercedesAdesso è ufficiale, dopo una serie di voci che volevano l’accordo imminente (si parlava infatti del 3 Novembre), MV Agusta e Mercedes-AMG si “sposano” formando una coppia italo-tedesca come già Ducati e Audi prima di loro.

La Casa tedesca ha acquistato il 25% di MV Agusta entrando di prepotenza anche nel settore delle moto come lo storiche rivali Audi e BMW. Attualmente la collaborazione è solo economica ma siamo sicuri che ben presto diventerà anche tecnica con gli ingegneri del reparto corse AMG (campione del mondo in F1 lo ricordiamo…) pronti a stupire sotto il Marchio MV.

 

31 ottobre 2014

BREAKING NEWS: HONDA RC213V STRADALE AD EICMA SECONDO A&R

honda rcv1000rDagli USA, il ben informato sito Asphalt & Rubber, lancia una news che se fosse confermata avrebbe del clamoroso: la Honda avrebbe intenzione di presentare ad EICMA tra pochi giorni la RC213V-S, versione stradale della MotoGP RC213V…(in foto la RCV1000R classe open senza cambio seamless e valvole pneumatiche)

La decisione sarebbe arrivata in risposta alla Yamaha che il 3° Novembre presenterà la nuova YZF-R1 proprio all’EICMA. Inutile girarci intorno, la RC213V-S (questo il suo nome definitivo) è una moto attesa da oltre 10 anni (infatti è dalla prima RC211V che la Honda vorrebbe mettere in produzione una moto omologata derivata dalla propria GP) ed è in grado da sola con la sua presenza di far “dimenticare” tutto il resto…Ecco perchè la notizia va presa con le molle…

Quello che è invece certo è che la moto esiste (da almeno 2 anni) ed il suo lancio è sempre stato rinviato a causa delle incertezze del mercato europeo ed USA. In Europa, per la prima volta dopo svariati anni, il mercato delle moto nuove è in crescendo mentre negli USA, in certi Stati, si stanno creando leggi dedicate per aumentare il numero di moto per le strade, un incentivo non da poco. Il momento quindi potrebbe essere propizio.

Come sarà? Quanto costerà? Correrà in WSBK? Sicuramente sarà un V4 da 1000cc, sicuramente non avrà il cambio seamless (ma potrebbe avere il cambio doppia frizione evoluto in chiave racing a controllo elettronico). Il prezzo è difficile quantificarlo, secondo alcuni costerà circa 100.000 euro e sarà un prodotto per collezionisti. Se correrà o meno in WSBK nel 2015 è difficile dirlo. Se Honda sta marcando Yamaha allora la risposta è no dato che la nuova R1 non correrà nel 2015 (manca infatti un team ad oggi).

 

 

30 ottobre 2014

MV AGUSTA F4 RR REPLICA…CARABINIERI!

MV F4 RR carabinieriNo amici, la moto in questione non pattuglierà le nostre strade ed i nostri passi di montagna! La F4 RR livrea Carabinieri che MV Agusta ha donato all’Arma festeggia i 200 anni del glorioso corpo (uno dei più antichi in Europa) che è stato fondato nel 1814, ormai 200 anni fa.

La RR (molto bella in questa livrea!) sarà esposta in occasioni di mostre statiche ed esposizioni e non entrerà mai in servizio attivo.

 

30 ottobre 2014

STONER COMPLETA I TEST DI MOTEGI: ECCO COSA HA PROVATO (COMUNICATO BY HRC).

Stoner test motegi 2014Honda Racing Corporation (HRC) dirama via Facebook e Twitter alcuni dettagli sulla recente 2 giorni di test effettuata da Casey Stoner a Motegi.

Il due volte campione del mondo ha provato la Honda RC213V versione 2015 (già provata da Marquez e Pedrosa) provando nuovi set up e nuovi upgrade di motore durante il primo giorno.

Il secondo giorno ha invece testato le gomme Michelin che a partire dal 2016 sostituire le attuali Bridgestone. L’australiano farà altri test? A rispondere è il team manager Livio Suppo spiegando che non ci sono programmi definiti in merito. Casey tornerà alla corse? Alla ormai solita domanda il manager risponde: “assolutamente no”.

Stoner ha completato molti passaggi. Honda non ha ufficialmente diramato alcun crono. Le condizioni meteo e del tracciato erano ideali.

SPONSOR BY WRS.SM | RACING PARTS

28 ottobre 2014

MV AGUSTA TURISMO VELOCE: ARRIVERA’ NELLA PRIMAVERA 2015 (FINALMENTE!)

turismo veloce 1Se ne erano quasi perse le tracce dopo il più che positivo debutto all’EICMA 2013 sotto gli occhi di migliaia tra appassionati e curiosi: parliamo della MV Agusta Turismo Veloce.

La rivale diretta della Ducati Multistrada 1200, una delle moto più attese da un anno a questa parte, è finalmente in dirittura d’arrivo e sarà disponibile a partire dalla Primavera 2015 nella sua versione definitiva.

Sarà identica a quella vista a Milano? Difficile dirlo, sicuramente l’elettronica sarà più evoluta e probabilmente riceverà il motore 800cc 3 cilindri da 140cv della Brutale RR e della sorella Dragster RR con doppio iniettore con un erogazione più dolce.

SPONSOR BY WRS.SM | MV AGUSTA RACING PARTS

 

28 ottobre 2014

MV AGUSTA F4 RC: ARMA DEFINITIVA PER LA WSBK DA VARESE!

mv f4 rc wsbk 2015Il regolamento EVO varato dalla Dorna per contenere i costi, come tutti i regolamenti creati dall’organizzatore spagnolo, ha già ampiamente fallito come successo nel motomondiale per Moto3, Moto2 (un monomarca Kalex-Honda), CRT e Open in MotoGP…

Le Case in WSBK possono essere limitate sulle elaborazioni del prodotto racing, ma non possono essere limitate sul progetto della moto commerciale ed ecco che, dopo essersi estinte alla fine degli anni 2000, ritornano le “homologation special”, ovvero le serie limitate e costosissime di moto appositamente create per omologare il mezzo WSBK.

La prima a “mostrarsi” è la bella MV Agusta F4 RC, versione estrema della RR nella dote tecnica (210cv, 175kg) e nel prezzo (ben 40.000 euro…) mentre tra una manciata di giorni vedremo la nuova Yamaha R1 (che uscirà in 2 versioni, una sarà appunto una homologation special) seguita dalla nuova e più potente Aprilia RSV4 e probabilmente da una versione affinata della 1199 Panigale R, mentre BMW ha già “raffinato” la propria S1000RR ora più potente e facile da guidare, come detto…Il regolamento EVO ha già ampiamente fallito il suo scopo iniziale.

Tornando alla RC, questa segue lo schema introdotto da MV nel ormai lontano 1997 con la F4 750 Serie Oro: motore 4 cilindri in linea, telaio a traliccio con piastre in alluminio e forcellone monobraccio, scarico sotto la sella (completamente in titano fornito da Termignoni). Alcune di queste scelte tecniche, come il telaio a traliccio con piastre in alluminio e lo scarico sotto la sella sono rimaste caratteristiche della sola F4 in WSBK (anche la Bimota BB3 usava il telaio a traliccio ma attualmente la moto riminese non risulta iscritta al campionato 2015 per i già conosciuti problemi riguardo i numeri di produzioni necessari per richiedere l’omologazione WSBK).

Cosa aspettarsi quindi dalla RC in pista? Difficile dirlo, la moto non è un progetto nuovo nato per correre come Aprilia, Kawasaki, BMW o Ducati è un estremizzazione di un prodotto che sino a questo momento non si è dimostrato competitivo per mancanza di cavalli, eccesso di peso ed elettronica non all’altezza. Sicuramente sarà più performante dell’attuale RR affidata a Claudio Corti ma anche Kawasaki, Aprilia e Ducati faranno degli step in avanti…MV ha il duro compito di fare un salto maggiore rispetto a quello che faranno le blasonate concorrenti pur avendo meno tecnologie e meno soldi.

SPONSOR BY WRS.SM | MV RACING PARTS

24 ottobre 2014

MERCEDES-AMG COMPRA IL 30% DI MV AGUSTA, L’ANNUNCIO IL 3 NOVEMBRE.

mv dragster 800 hamiltonIl prossimo 3 Novembre sarà un giorno decisamente caldo per il motociclismo internazionale: la Yamaha presenterà la tanto attesa nuova R1 ed MV Agusta annuncerà un nuovo partner in affari, AMG racing brand di Mercedes impegnato con successo in Formula 1, nel DTM e nei campionati classe GT3 con la SLS AMG.

La Casa tedesca, attraverso AMG, acquisterà il 30% di MV Agusta creando una partnership importante tra due brand di lusso ed in ascesa. MV, grazie al denaro fresco, potrà pensare a nuovi modelli e a migliorare quelli esistenti.

I rumors a tal riguardo si inseguono da mesi e quando Lewis Hamilton si è presentato a Monza per il GP F1 in sella ad una MV Agusta Dragster 800 (vedi foto) in tanti hanno tirato le somme…Nel tweet Lewis ringraziava direttamente MV Agusta…

Mercedes, al pari dei rivali BMW e Audi entra nel mondo del motociclismo…Cosa aspettarsi? Magari una bella Dragster 800 AMG sul filone della precedente (e bella) Diavel AMG…

24 ottobre 2014

ECCO LA MV AGUSTA F4 RR WSBK: 210CV, 175KG. TANTO TITANIO E CARBONIO!

mv f4 rr 2015Dopo la bella MV Dragster 800 RR la MV presenta un altra RR, ma di tutt’altra pasta questa volta: la nuova F4! La F4 RR nasce dall’esperienza fatta in WSBK quest’anno da MV Agusta con Claudio Corti ed è progettata appositamente per competere tra le derivate nel 2015 (al contrario della precedente F4 che era invece una sportbike convertita alla competizione e non una racebike pura come Kawasaki, Aprilia e Ducati per esempio).

La F4 WSBK è parente molto alla lontana della precedente versione, il motore è un 4 cilindri in linea questo si, ma la somiglianza finisce qui. Il propulsore è dotato di bielle e valvole in titanio, pistoni più leggeri, teste ridisegnate, cambio alleggerito di tipo racing, nuovi iniettori, albero motore più leggero ed uno scarico completamente in titanio (!).

A livello ciclistico troviamo ruote forgiate in alluminio (secondo regolamento WSBK), sospensioni Ohlins. La carenatura è completamente in fibra di carbonio e, piccola chicca, la batteria è di tipo racing agli ioni di litio per risparmiare ulteriormente peso…Infatti la bilancia premia la 4 cilindri varesina mostrando 175kg…

La potenza dichiarata di 210cv è (anzi sarebbe, in attesa di verifiche al bando) la più alta per un 4 cilindri stradale di tipo atmosferico (escludendo la Kawasaki H2R che, come sappiamo, sfrutta un motore sovralimentato).

Tanta abbondanza si paga purtroppo cara: ben 40.000 euro

La foto è purtroppo poco chiara ma rende l’idea, a tal proposito ringraziamo i britannici di MCN.

SPONSOR BY WRS.SM | MVAGUSTA RACING PARTS

21 ottobre 2014

MV DRAGSTER 800 RR: SALE LA POTENZA,140 (AGGRESSIVI!) CV. NUOVA ELETTRONICA PER LA “CORTA”.

 

dragster 800 rrO la ami o la odi, impossibile non giudicare la MV Dragster 800! Personalmente, dopo aver provato la prima versione (migliorabile a livello di elettronica), me ne sono innamorato quindi il mio giudizio sulla nuova versione RR (che attendo con curiosità) sarà per forza non neutrale.

La potenza sale dai 125cv della versione precedente agli attuali 140cv. Attenzione nel valutare il dato: la potenza è alta ma si trova tutta in alto, a ben 13.100 giri…Sicuramente per un uso montanaro vale la pena accorciare il rapporto finale e sacrificare la “inutile” (in questo genere di moto) velocità massima di 245km/h (!).

Ma non è solo il motore a ricevere un robusto upgrade di potenza. L’elettronica (uno, anzi unico, dei talloni di Achille di MV) è stata ulteriormente evoluta con l’introduzione della MVICS 2.0. Il 3 cilindri varesino vanta 6 iniettori benzina per rendere omogenea l’erogazione, corpo farfallato con tecnologia full ride-by-wire prodotto da Mikuni, 4 mappe per il controllo di coppia, 8 mappe di TC ed il cambio elettronico in upshift & downshif chiamato MVEAS 2.0 (in pratica non si usa la frizione ne per inserire ne per togliere il rapporto). Rimanendo in tema di elettronica, di serie l ABS prodotto da Bosch denominato 9 PLUS con sistema di antiribaltamento in frenata.

I freni sono Brembo (ma colpevolmente non troviamo le pinze monoblocco!). La forcella è una Marzocchi da 43mm completamente regolabile mentre al posteriore troviamo un Sachs (perchè non mettere un Ohlins dato che si tratta di una versione RR?!). E’ presente anche un ammortizzatore di sterzo regolabile su 8 livelli. Concludiamo la nostra panoramica parlando dei cerchi che sono a raggi con canale in alluminio, sicuramente bellissimi (in special modo la variante rosso/nera) e sono il vero tocco in più di questa moderna cafè racer.

La Dragster 800RR è disponibile in due colorazioni: rosso perlato/nero carbon metallizzato con cerchi neri e rosso perlato/bianco perlato con cerchi bianchi. In realtà avrei preferito una versione nero opaco con cerchi neri lucidi per esaltare ancora di più la cattiveria della “corta” di Varese.

Alto il prezzo: 16.290 euro franco concessionario.

SPONSOR BY WRS.SM | MVAGUSTA RACING PARTS

16 ottobre 2014

NUOVA YAMAHA R1 (VIDEO): ULTERIORI DETTAGLI: SCARICO SINGOLO LATERALE! TANTA ELETTRONICA!

nuova r1 2015Yamaha ha rilasciato il secondo episodio della campagna pubblicitaria incentrata sul lancio della nuova Yamaha R1 (attesa per il 3 Novembre e visibile all’EICMA di Milano). Clicca QUI per il video!

Premessa: la nuova R1 a livello estetico rompe del tutto con la precedente versione datata 2009 piuttosto tozza e larga nella zona del cupolino e della coda. La nuova creatura di Iwata ha una coda alta e piuttosto spigolosa mentre il cupolino è stretto nella zona della strumentazione.

A proposito di strumentazione…Il dashboard è stato completamente ridisegnato ed ora è compatto e facile da leggere, la sua veste estetica ricorda gli strumenti da MotoGP.

La nuova R1, sono parole di Rossi, ricorda la M1 sembra una piccola MotoGP (stiamo citando Valentino). Guardando il video se ci soffermiamo sul dashboard noteremo molte voci che riguardano il setting: TC, Mode,PWR (Power?) un balzo notevole rispetto alla precedente versione che aveva solamente il TC.

Altro stacco rispetto alla versione del passato? Lo scarico della moto usata nel video è laterale e corto…Addio quindi ai terminali sotto la sella grossi e pesanti!

15 ottobre 2014

NEWS: STONER TORNA IN SELLA! COLLAUDERA’ LE MICHELIN PER HONDA A MOTEGI!

caseystoner_hrc1003_426_slideshow_169Casey Stoner torna in sella! Ancora una volta il canguro mannaro vestirà i panni del collaudatore in casa HRC e piloterà a Motegi la Honda RC213V versione 2015, procedendo nel lavoro di “sgrezzatura” iniziato da Marquez e Pedrosa.

Casey non si limiterà a provare la Honda, infatti è previsto un test comparativo tra Michelin e Bridgestone della durata di 2 giorni. A cercare Stoner è stato ancora una volta Nakamoto (che farebbe carte false pur di riaverlo nel team..) tramite una mail che invitava l’australiano a provare moto e gomme…

La risposta del 2 volte campione del mondo non si è fatta attendere: si.

SPONSOR BY ACCESSORIMOTOSTORE.COM | RACING PARTS

 

10 ottobre 2014

TECNICA: OLTRE I 900° I DISCHI IN CARBONIO SI USURANO. ECCO COME.

marquez misano 2014Brembo spiega in maniera molto analitica il problema che affronteranno i dischi freno in carbonio sulla pista di Motegi in Giappone e stata un mito: anche i dischi in carbonio si usurano, e con gravi problemi per la sicurezza.

Brembo: “a Motegi il pilota sta molto con le dita sulla leva del freno, non ci sono frenate importanti, ma tante frenate lunghe e raccordate, questo causa un surriscaldamento dei dischi freno in carbonio che superati i 900° tendono ad ossidarsi perdendo consistenza.

La perdita di consistenza crea un usura importante, anche 2-3 mm. Usura rischia, nei casi più estremi, di far uscire fuori dalla sede le pastiglie freno quando spinte dai pistoncini su pressione della pompa freno. Questo è uno dei problemi “classici” del tracciato di Motegi”.

SPONSOR BY WRS | BREMBO RACING PARTS

9 ottobre 2014

NUOVA YAMAHA R1: ROSSI TRA I COLLAUDATORI! ARRIVERA’ IL 3 NOVEMBRE!

304367_10150313756190349_33820930348_7792557_706041314_nYamaha ha ufficializzato la data di lancio della nuova R1 (in foto la versione 2012 con la bellissima livrea factory), la seconda generazione della 4 cilindri in linea cross plane verrà presentata il 3 Novembre.

Tra i collaudatori della nuova superbike di Iwata anche sua maestà Valentino Rossi che, secondo voci ben informate, proverà la moto poco dopo metà ottobre.

Riguardo il futuro in WSBK della nuova R1? Attualmente nessun team ha bussato alla porta di Yamaha per poterle usare nel 2015. Nulla di strano, storicamente la casa di Iwata in WSBK ha corso con team interni factory e full factory e raramente ha concesso ai privati e satelliti l’uso delle proprie moto. Plausibile un rientro quindi nel 2016 con un team interno…Se mai ci sarà un rientro dato che Yamaha, ufficialmente, non ha parlato di ritorno in superbike. Probabilmente ne parleranno in occasione del lancio in programma, come detto, il 3 novembre.

SPONSOR BY WRS.SM | RACING PARTS

 

7 ottobre 2014

NUOVA SUZUKI GSX-R 1000: CAMBIA IL…COLORE!

suzuki gsx-r 1000 2015Mentre Kawasaki presentava la H2R da 300cv, la Suzuki presentava il nuovo colore della ormai vetusta GSX-R 1000: una livrea in blu che ricalca fedelmente il prototipo MotoGP testato da De Puniet…Purtroppo se la livrea è fedele lo stesso non si può dire delle carenature ed il risultato è opinabile dato che si legge solo “uki” della scritta Suzuki.

Tornando seri. La Suzuki introduce l’ABS sportivo prodotto da Bosch (dotazione standard per tutte le sportive ormai da un paio d’anni…) e praticamente nulla di nuovo. L’elettronica rimane ancorata al modello precedente ed anche le forme non subiscono nessun cambiamento. Peccato.

I fan della Suzuki meritano di più. La Casa nipponica, la stessa che ha immesso sul mercato vere e proprie repliche GP come RG 500 e RGV 250, sembra aver perso contatto con il suo glorioso passato…

 

6 ottobre 2014

DUCATI 1199 PANIGALE R CAMPIONE STK1000 CON MERCADO E TEAM BARNI

mercado stk 1000 2015 ducati panigaleLa Ducati 1199 ottiene, al suo terzo tentativo, il titolo nella STK1000 a Magny Cours in Francia grazie al team italiano Barni e al pilota argentino Mercado. Il titolo è arrivato a Bologna con merito e fortuna, bisogna ammetterlo. Infatti se il campione matematico è il bravo Mercado, il campione morale è sicuramente lo sfortunato Savadori (Kawasaki Pedercini). L’italiano, campione sino a 7 curve dalla fine, è infatti scivolato sull’asfalto bagnato della pista francese durante l’ultimo giro lasciando a terra speranze e un titolo che anche lui avrebbe ampiamente meritato.

Triste ironia del destino? Il primo pilota a vincere una gara nella STK1000 con la Panigale è stato proprio Savadori, a quel tempo pilota per il team Barni insieme a La Marra (Monza, 2012).

SPONSOR BY WRS.SM | DUCATI RACING PARTS

 

6 ottobre 2014

NUOVA BMW S1000RR: PIU’ POTENTE (199CV) PIU’ FACILE DA GUIDARE.

BMW S1000RR 2015La BMW affina senza stravolgere la propria S1000RR. Il progetto, nato più che bene, si conferma ancora molto attuale e non necessita quindi di essere riscritto per poter stare davanti alla concorrenza (in attesa della nuova Yamaha R1 e della Honda RCV1000R, ovviamente…).

La versione 2015 riceve alcuni affinamenti al motore e vede crescere la potenza sino a 199cv (potevano sforzarsi un attimo di più e fare cifra tonda, no?). A Monaco hanno lavorato molto sull’aspirazione del poderoso 4 cilindri in linea per renderlo non solo più potente come già detto, ma anche più fruibile ai medi regimi.

La fruibilità era uno dei target anche degli ingegneri che hanno lavorato alla parte ciclistica ridisegnando il telaio in alluminio. La S1000RR ha quote leggermente meno estreme, cambia anche leggermente la posizione in sella ora più “neutra” e meno sacrificata (in realtà la S1000RR non è mai stata una race replica molto affaticante).

L’elettronica, anch’essa affinata, deriva dalla HP4 mentre la carenatura, giunta alla sua terza versione, è stata affinata e slanciata. Rimane il faro anteriore asimmetrico piaccia o non piaccia. Arriva anche un nuovo silenziatore di scarico e su questo non vi è dubbio alcuno: non piace. E’ tozzo e sgraziato…Per fortuna il Signor Akrapovic è molto amico del signor BMW…

SPONSOR BY WRS.SM | BMW RACING PARTS

 

6 ottobre 2014

APRILIA: NUOVA RSV4, CONFERMATO UN V4 EVOLUTO E PIU’ POTENTE.

aprilia rsv4 misano 2014A dirlo è lo stesso boss di Aprilia Racing Romano Albesiano: la RSV4 versione 2015 avrà un motore, sempre V4, più potente rispetto a quello attuale e più adatto al nuovo e più restrittivo regolamento EVO che entrerà in vigore in WSBK a partire dalla prossima stagione.

Sempre a causa del regolamento EVO anche la parte elettronica potrebbe cambiare. Le nuove norme infatti tendono a liberalizzare l’elettronica e potrebbe quindi non essere più necessario dotare la moto di serie di strategie sofisticate e prettamente racing come il launch control e l’anti-wheeling su diversi livelli di esercizio.

La parte ciclistica, uno dei punti di forza della moto di Noale, dovrebbe rimanere invariata mentre poco o nulla si sa riguarda la parte estetica. In tanti nel corso degli anni hanno chiesto il restyling del cupolino con l’eliminazione del faro centrale, vedremo se in Veneto faranno contenti i propri fans.

Rimanendo in team di racing replica, BMW ha di recente presentato la nuova S1000RR mentre la nuova Yamaha R1 è attesa all’EICMA 2014 insieme alla nuova MV Agusta F4.

6 ottobre 2014

APRILIA: “NON ESISTE NESSUN CASO MELANDRI. CONTRATTO RISPETTATO”

melandri 2014 6Mentre i siti che “dovrebbero” dare informazioni cercano di creare un caso mediatico intorno alla scelta di Melandri di non concedere la vittoria a Guintoli a Magny Cours, ci pensa lo stesso boss Aprilia Romano Albesiano a chiarire la situazione:

“nel contratto di Melandri non si parla di ordini di scuderia, assolutamente, lui non ha fatto nulla contro Aprilia o contro il suo compagno di team. Noi avevamo chiesto di far passare Guintoli che sta lottando per il titolo iridato ma Marco non l’ha fatto e lo posso capire, aveva già esaudito le nostre richieste nella prima manche. Assurdo pensare ad una ritorsione contrattuale contro di lui, il contratto non prevede di far passare nessuno. A noi di Aprilia interessa il titolo costruttori prima di tutto, andremo in Qatar favoriti rispetto alla Kawasaki e con uno svantaggio di appena 12 punti da Tom Sykes, molto esiguo quindi. In Francia ci premeva fare doppietta e ci siamo riusciti”

 

6 ottobre 2014

MV AGUSTA: ARRIVA LA DRAGSTER CATTIVA, LA RR! (VIDEO)

mv dragster RR 2015Presentata nel corso del 2014 la Dragster 800 (variante corta e cattiva della Brutale 800 3 cilindri) ha subito riscosso un buon successo di critica da parte di appassionati ed addetti ai lavori, unico neo se proprio vogliamo dirlo era il prezzo, ritenuto da molti alto in relazione alla componentistica troppo simile alla Brutale 800 (ben meno costosa). A volte l’impressione era di acquistare un “nome” piuttosto che una moto…

Ora MV Agusta “stacca” in maniera definitiva la Dragster dalla Brutale e crea la RR, versione ancora più cattiva e questa volta (finalmente) dotata di componenti dedicate come sospensioni e cerchi a raggi.

MV Agusta ha rilasciato un video, ma si vede ben poco quindi è possibile solamente arrampicarsi sulle speculazioni: la RR avrà un 800cc superpotenziato (ideale) o un nuovo propulsore magari con cubatura maggiorata? Oppure la sigla RR nasconde solamente un nuovo allestimento estetico e ciclistico ma il medesimo propulsore? All’EICMA di Milano sapremo tutto!

(CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO).

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.494 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: